Iperius Backup - Cloud - Google backup, backup su Dropbox e Restore

Come convertire un CD audio in MP3 su MAC con MAX

Questa guida vi mostrerà come estrarre le tracce da un CD audio su MAC e convertirle in MP3 con MAX.
MAX è un ottimo programma gratuito per MAC che supporta formati di alta qualità e ti permette di estrarre e convertire le tracce di un CD in molti formati audio.

Scaricate il programma dal seguente link:
http://sbooth.org/Max/.
Max non ha una vera e propria installazione, infatti i file del programma sono contenuti in un file zip che dobbiamo scaricare e poi estrarne il contenuto in una cartella.

Questa è la schermata principale del programma.
Inserite un CD audio ed automaticamente potrete vedere i titoli delle tracce ed altre informazioni, in quanto Max è integrato con il database online MusicBrainz che consente il recupero automatico delle informazioni sul disco.
Nel caso le informazioni sul disco non dovessero apparire, cliccate sul pulsante “Interrogazione”.

Ora cliccate su “Max” e poi su “Preferenze” per impostare alcuni parametri audio.
Nella sezione “Generale”, vi consigliamo di spuntare le opzioni che vedete nell’immagine di fianco.
Nella sezione “Formati”, scegliete i formati di uscita dalla lista “Formati di uscita disponibili”.
Selezionateli uno alla volta e cliccate sul pulsante “+” per aggiungerli nella finestra “Formati di uscita configurati”.
Se volete cambiare uno dei formati scelti con un altro, selezionatelo e cliccate sul pulsante  “-“.
Una volta aggiunti, per impostare i parametri audio, cliccate su “Impostazioni codificatore”.

In questa finestra potete impostare i parametri audio.
Come mostra l’immagine, nella voce “Qualità di codifica” avete varie possibilità di scelta.
Ad esempio, se scegliete “Migliore”, “Trasparente” o “Portatile”, il programma imposterà automaticamente gli altri parametri audio. Se invece scegliete “Personalizzato”, potrete personalizzare le impostazioni audio.
Ad esempio, noi abbiamo scelto nell’opzione “Obiettivo del codificatore” il bitrate, e lo abbiamo impostato a 192kbps, valore che permette di ottenere un buona qualità.
Cliccate “OK” per confermare.
Nella sezione “Uscita”, impostate la cartella di destinazione nel riquadro “Posizioni dei file”.
Nel riquadro “Denominazione dei file”, potete impostare lo schema con il quale il programma nominerà i file, spuntando la voce “Usa un formato personalizzato per denominare i file di uscita”.
Nella sezione “Estrattore”, potete decidere la modalità di estrazione da usare.
Scegliete la modalità “Ripper di base” per un’estrazione rapida, “Ripper di comparazione” se volete un risultato equilibrato tra la velocità e accuratezza nell’estrazione, o modalità “cdparanoia” se avete bisogno di un elevata precisione nel processo di estrazione.
Ora chiudete la finestra e ritornate nella schermata principale del programma.
Se volete estrarre tutte le tracce, cliccate “Selezionate tutto” oppure spuntare solo quelle che vi interessano.
Al termine dell’estrazione, controllate i file estratti nella cartella di destinazione precedentemente impostata.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iperius Backup - Macchine virtuali VMware ESXi e Hyper-V
css.php